È entrata nella nostra carrozza come la luce entra attraverso le finestre appena aperte, al mattino, scacciando definitivamente le ombre della notte.
Alta, sinuosa, sfrontata, con tutti i colori addosso e uno spiritoso calice di aranciata in mano.
I nostri sguardi sono tutti per lei, Venere nera de Noantri, che cammina per il mondo fiera e sempre se stessa, ché quando la veste blu elettrico si apre mostrando tutta intera la coscia chilometrica, ci posa su il calice e con l’altra mano si sistema la collana di perle finte.
Fossi un uomo, mi innamorerei. Anche una donna.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...