Vado a comprare la carne – quella poca che mangiamo – a un banco del mercato coperto vicino casa che ha un ottimo rapporto qualità prezzo.

Arrivo e prendo il numeretto. È un banco enorme dove lavorano i proprietari – una coppia italiana molto carina – e tre ragazzi bengalesi.

Uno di loro sta per tornare al suo Paese e così il principale sta spiegando il lavoro a un uomo che prenderà il suo posto e che potrebbe essere suo padre.

Ha – almeno – 57-58 anni, un volto perfetto per il teatro, solcato da tante rughe, su cui si aprono enormi occhi verdi, mobilissimi ma velati di tristezza.
Si capisce che lui in macelleria c’è cresciuto, coglie subito tutto al volo, completa le frasi e si muove con grande competenza.

Ci sono almeno sei persone prima di me. Nel frattempo loro si parlano e io li osservo. E così – quando arriva il momento del “ora servi tu un cliente” – è anche il mio turno.

Sono la prima persona a cui chiede – dopo non so quanto tempo – “signora cosa posso fare per lei?“. Me lo domanda con una sicurezza un po’ forzata e la voce che tradisce un’esplosione di sentimenti. Gli rispondo, gli sorrido.
A sua volta, fa una battuta sul cane che si è spiaggiato poi, velocemente, passa a quello che gli ho chiesto.

Dunque, mi consegna la busta con sollievo e una certa soddisfazione.
Io gli dico senza farmi sentire dagli altri, “in bocca al lupo per il suo primo giorno di lavoro!”.

Lui, sguardo che si illumina di orgoglio, risponde solo “sono la persona più felice del mondo“.
Anche io!

A pranzo aprirò una bottiglia di vino alla sua salute.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...